Tirreno – Aristide Giannetti guida la società Pilt, che deve realizzare la struttura.

Tra diretti e indotto, oltre 1500 posti di lavoro «Facciamo altre verifiche, ma non si perda tempo» – «Abbiamo fatto le verifiche necessarie, siamo disponibili a farne altre, ma in quei terreni non abbiamo trovato cose di particolare significato». A parlare è Aristide Giannetti, già presidente di Assindustria Grosseto e ora presidente della società Pilt: che ha tra i soci la Camera di commercio e imprese come il Gruppo Giannetti, il Gruppo Solmar, la Vemar, il Cograe, Studioambiente e Agrideco, e che dovrebbe realizzare il polo logistico a Braccagni…..La Pilt vorrebbe poter aprire i cantieri nel 2011. Il polo logistico non è un’operazione immobiliare: nessuno si sogna di costruire capannoni da vendere. All’interno sono previsti la dogana e il terminal ferroviario collegato a tutti i terminal europei, e accanto un polo agroalimentare importante. «Non sono preoccupato per gli Etruschi, né di chi rema contro – dice Giannetti – ma temo solo che si perda altro tempo»    -> leggi articolo

Questa voce è stata pubblicata in chi vuole realizzare il polo, Rassegna stampa. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...